Napoli e la Cartapersta nolana del Maestro Santaniello

Tenutasi stamattina una bella iniziativa, a Piazza San Gaetano, San Lorenzo, nella quarta municipalità, cuore del centro storico della millenaria città partenopea, rappresentante l’arte e la cultura attraverso la carta pesta nolana, spiegata e tramandata da Leopoldo Santaniello.

In collaborazione con il maestro Aldo Vucai della ditta Alpa presepi, con il supporto dell’associazione Sedili di Napoli Onlus e con Arianna Candido dell’associazione Terra Mia di Capodimonte.

Un iniziativa fuori dai canoni dei giorni nostri, un modo per riappacificarsi alle proprie radici attraverso la cultura di un popolo che ne vive nel suo quotidiano, anche inconsapevolmente, e l’artista Leopoldo Santaniello, vero testimonial e trascinatore in questo bellissimo progetto, ne è la prova per antonomasia, lui che ama e vive di attraverso la pittura e la lavorazione della cartapesta nolana, la racconta attraverso le sue mani e le sue innumerevoli opere.

Un Giglio esposto, realizzato in cartapesta, progettato dai fratelli Leopoldo ed Ernesto Santaniello, miniatura di quello che lo scorso giugno 2018, ballò tra le strade di Nola per la festa in onore di San Paolino, anch’essi esposto in segno di identità ed appartenenza al proprio territorio, quello che il Maestro Santaniello, tenta sempre di esportare attraverso le sue forme culturali, dichiarate da 5 anni patrimonio Unesco.

Hanno dato manforte a questa iniziativa il reporter Paolino Di Sauro, anch’essi nolano, Antonio Scafuro e Gioacchino Minieri, foto a cura della SavioGroup.

Ringraziamo tutti, per la bella mattinata passata, e vi diamo appuntamento al prossimo evento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *