Raffaele Guerriero e Feliciano Natalizio svelano alla città il loro progetto sociale

Nella serata di martedì 26 febbraio c.a., la redazione FestadeiGiglibySavioGroup ha avuto l‘onore di intervistare il responsabile della paranza Stella Lello Guerriero, figlio del compianto Capo paranza Peppe a’ Caciotta e il musicista Feliciano Natalizio, nipote d’arte del maestro Felice e figlio del paroliere Nicola.

In un’accorata intervista, Lello ha spiegato alle nostre telecamere come è nato il suo impegno sociale (così definito da Feliciano Natalizio) di educare i cantanti che partecipano alla kermesse dei gigli in onore di San Paolino ad adoperare con grazia e con eleganza il microfono, considerato il loro strumento per eccellenza quando si esibiscono sul giglio.

Ci sono stati vari episodi che hanno spinto Lello e Feliciano a decidere di intervenire per tutelare la tradizione canora nolana da sempre fiore all‘occhiello della festa, onde evitare il ripetersi in maniera metodica di storture che i medesimi assistono ogni anno.

Feliciano ha avuto modo di parlare di un protocollo che è stato firmato dai cantanti ove si assumono l ‘impegno di comportarsi lealmente e correttamente sul giglio, nel rispetto sia del santo che dei maestri di festa. Inoltre il giovane musicista nolano ha avuto modo di sottolineare come sia cambiata in positivo la musica dei gigli negli ultimi venti anni, affermando che è stata introdotta molta tecnologia che ha sicuramente aiutato l‘arrangiamento delle canzoni d’occasione sia sul cd che sull’obelisco.

Abbiamo domandato a Lello Guerriero se ci fossero ancora valori religiosi nella festa dei gigli, oppure sia prevalsa la competizione tra gli addetti ai lavori. Il paranzaro ha ribadito a tutta la redazione che i valori religiosi sono ancora molto forti tra i nolani, ma ha anche ribadito che dal giugno 2012, anno in cui la kermesse fu sospesa per ordine pubblico, non ci sono stati miglioramenti alla stessa, e che bisogna, dunque, unire le forze per ridarle il decoro che merita.

Non sono mancati dei momenti di commozione da parte di Feliciano quando ha ricordato la figura del nonno, il maestro Felice Natalizio che ha donato alla cultura musicale dei gigli canzoni stupende.

Questo e tanto altro è stato oggetto di una corposa e interessante intervista che vale la pena ascoltare.

La redazione FestadeiGiglibySavioGroup ringrazia Lello e Feliciano per la loro disponibilità ed augura a costoro un grande in bocca al lupo per la Festa dei Gigli di Nola 2019.

 

Clicca qui per il Vademecum firmato dai cantanti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *